Home > 1920-1929, Fantascienza, Film Muti, Francia > Il fantasma del Moulin Rouge (Le Fantôme du Moulin-Rouge) – René Clair (1925)

Il fantasma del Moulin Rouge (Le Fantôme du Moulin-Rouge) – René Clair (1925)

La storia de Le Fantôme du Moulin-Rouge potrebbe essere la più banale tra tutte e invece…facciamo un passo indietro: Julien Boissel (Georges Vaultier) è un noto deputato perdutamente innamorato della bella Yvonne Vincet (Sandra Milovanoff) che ricambia il suo amore. Sorge però un problema, il padre di lei, Victor Vincet (Maurice Schutz) in gioventù ha compiuto atti illegali e il malvagio giornalista Gauthier (José Davert) minaccia di diffondere dei documenti compromettenti se Yvonne rifiuterà di sposarlo. Colto dal terrore, Victor allontana Julien dalla sua casa negandogli il permesso di rivedere sua figlia. Giunto al Moulin-Rouge per passare il tempo, Julien viene raggiunto dal Dr. Window (Paul Ollivier) che accortosi del dolore del ragazzo gli propone di andare nel suo studio promettendogli di avere il rimedio contro le sue sofferenze. Con uno straordinario esperimento, il dottore riesce a separare l’essenza corporea di Julien da quella inanimata. Julien, sotto forma di spettro, sia aggira quindi per la città facendo scherzi e dispetti a tutti, immemore delle sue sofferenze passate. Sulla vicenda si metterà ad investigare Jean Degland (Albert Préjean), giornalista presso il giornale di Gauthier ma per niente d’accordo con i metodi del malvagio padrone. Inutile dire che dopo aver sbrogliato tutte i complicati fili della trama, non mancherà il lieto fine.

René Clair stupisce come al solito. Da un soggetto apparentemente banale, riesce a creare l’impensabile, mettendo in scena le magie di un fantasma burlone, messo scena attraverso una sovrimpressione attuata piuttosto bene. Dico piuttosto bene, perché rispetto ad un capolavoro come Körklaren di Victor Sjöström, che porta all’apice massimo l’utilizzo di questa tenica, in Le Fantôme du Moulin-Rouge l’espediente non è a mio avisso usato in maniera perfetta e alcune scene tendono ad uscire dalle linee del mio gusto personale. In ogni caso il film colpisce nel segno anche solo per l’inserimento dell’elemento “ectoplasmico” che ravviva decisamente un trama eccessivamente prevedibile. Oltre ad essere prevedibile, il finale non è neanche del tutto chiaro e mi è sembrato decisamente forzato, quasi tirato via per chiudere in fretta una storia che aveva già dato il meglio di sé prima di finire. Se da un lato sceneggiatura non mi ha convinto totalmente, la recitazione, invece, mi ha invece colpito decisamente in positivo. Senza voler togliere a nessuno, l’attore che più mi ha stupito è stato un Albert Préjean in versione Douglas Fairbanks, sempre pronto a scalare edifici e difficili ostacoli pur di raggiungere la verità.

Passiamo ora all’analisi fantascietifica di questo lungometraggio, che in fondo è ciò che più ci interessa per il progetto. Con Le Fantôme du Moulin-Rouge siamo davanti a un tipico filone di fantascienza medico/scientifica. Un medico, tramite studi e macchinari astrusi, riesce a separare l’anima dal corpo di un uomo, togliendolo dalle problematiche del mondo reale e rendendolo libero dai beni terreni. Visti i risultati, speriamo che questa volta la realtà non incontri la fantasia! Con Le Fantôme du Moulin-Rouge, in fondo non ci allontaniamo troppo da Paris qui dort dello stesso anno, decisamente più geniale e che alla componente ectoplasmica contrapponeva un blocco temporale. Difficile sapere quale sia stata la prima attestazione dvritta riguardante i fantasmi, allo stesso modo è altrettanto difficile poterlo capire nel cinema muto, vista l’enorme quantità di film andati perduti. Sappiamo però che a Clair questo espediente piacque particolarmente visto che nel 1935 diresse Il fantasma galante (The Ghost Goes West). E poi, l’immagine del “bacio fantasma” non vi ricorda niente? Chissà che gli autori di Ghost non abbiano visto questo film…

Se si vuole acquistare Le Fantôme du Moulin-Rouge, le alternative sono davvero poche e tutte americane. Consiglio al limite di prendere la versione della Sinister Video, anche per via del prezzo decisamente contenuto.

Annunci
  1. ottobre 7, 2016 alle 11:41 am

    体毛が濃くて悩む人は、即体質改善を行っていきましょう。大豆等に内包されているイソフラボンは女性ホルモンに相似しているので、毛が薄くなります。豆腐や納豆、豆乳をたっぷりととって、ムダ毛の生えにくくなる体質を作っていきましょう。

  1. giugno 7, 2014 alle 9:55 am

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: