Home > 1920-1929, Fantascienza, Film Muti, U.S.A. > Lightning Hutch – Charles Hutchison (1926)

Lightning Hutch – Charles Hutchison (1926)

Lightning Hutch è un serial che riprende il filone giallo-avventuroso che abbiamo già visto con The Power God prodotto e distribuito nel 1925. Non manca l’elemento fantascientifico, questa volta dato dalla creazione di un veleno potentissimo in grado di ditruggere l’umanità. Lightning Hutch, scritto da  Jack Natteford, racconta il tentativo da parte di alcuni malviventi di impossessarsi di quest’arma dandone la colpa al protagonista Hutch, interpretato da Charles Hutchison che curava anche la regia del serial. Il tutto, ovviamente, tra colpi di scena e scene di azione con fughe mirabolanti infarcite di scazzottate e momenti ad alta tensione.

Il serial era composto da dieci episodi così titolati (le traduzioni sono indicative):

  1.  La Cospirazione (The Conspiracy)
  2. Vita o Libertà (Life or Liberty)
  3.  La Scoperta Mortale (The Deadly Discovery)
  4.  In Trappola (In the Trap)
  5.  La Fuga Impossibile (The Impossible Escape)
  6.  Una Possibilità Millesimale (The Thousandth Chance)
  7.  L’Isola Misteriosa (The Mysterious Island)
  8.  Le Mura del Destino (The Walls of Doom)
  9.  Accade l’Inaspettabile (The Unexpected Happens)
  10. L’Arguzia di una Donna (A Woman’s Wit)

A San Francisco, lo Scienzato Hugh Thornwall (Gordon Sackville) ha inventato un potente gas velenoso, la Thornite, in grado di distruggere l’intera umanità. Il malvagio Boris Kosloff (Sheldon Lewis) vuole assolutamente impadronirsi di quell’arma e si avvale dell’aiuto della cameriera di Thornwall, Marie Bruseff (Violet Schram), e dell’amico di famiglia Clifford Price (Eddie Phillips). La banda, si appropria di lettere compromettenti di Janet Thornwall (Virginia Pearson), moglie dello scienziato, e minaccia di rivelarle nel caso lei non gli fornisca la formula segreta. La sorella Diane Winters (Edith Thornton) assieme al fidanzato Larry Hutchdale (Charles Hutchison) ex membro dei servizi segreti detto “Lightning Hutch”, decide di attivarsi per risolvere la situazione. Conoscendo la pericolosità di Hutch, il gruppo di criminali riesce a far credere alla polizia che sia lui l’autore di numerosi atti criminali costringendolo così a una vita da fuggitivo. Ma c’è un altro motivo per eliminare Hutch, Clifford Price ama da sempre Diane e sogna di poterla sposare dopo essersi liberato di lui. Riuscirà Lightning Hutch a sistemare l’intricata situazione?

Devo dire che la serie è ben costruita e riesce sempre a creare la giusta tensione che spinge lo spettatore a visionare l’episodio successivo. Seppur ci sia sempre una discreta ripetitività tra le varie puntate, Hutchison crea una serie di situazioni differenti dove tra arrampicate e imprese mozzafiato, il suo personaggio diventa un vero e proprio eroe al di là di un aspetto fisico poco convenzionale nel ruolo da protagonista belloccio. Da notare anche dei colpi di scena ben fatti, seppur prevedibili per chi conosce questo genere, ma anche un notevole sviluppo psicologico da parte dei vari personaggi. Le scene di azione sono davvero mozziafiato, treni superati con le moto all’ultimo istante, nella migliore delle tradizioni di questo filone, inseguimenti sopra veicoli di ogni tipo, salti incredibili con le moto oltre a tuffi e incidenti da lasciare senza parole. Non mancano però scene piuttosto ridicole seppur necessarie: il gas velenoso dovrebbe uccidere chiunque lo respiri e invece? Diane in uno dei primi episodi viene colpita dal gas dopo una colluttazione con uno degli scagnozzi di Kosloff e…rimane indenne. Basta una piccola sventagliata per eliminare gli effetti del gas velenoso nella stanza senza finestre. E poi verso la fine, il gas uccide un numero molto ampio di antogonisti della vicenda, e Hutch riesce a scampare miracolosamente. Insommma,  più che un gas capace di uccidere l’intera umanità, sembrerebbe un gas incredibile capace di ucciedere tutti i malvagi dal pianeta terra. Penso abbiate intuito che l’happy ending è dietro l’angolo, però, nonostante questi episodi naive e chiaramente costruiti e pensati a favore dei protagonisti e volti a punire i malvagi, Lighning Hutch è un buon serial che merita di essere recuperato e apprezzare per i suoi pregi. Purtroppo questa produzione non fu supportato a sufficienza perché la Arrow Film Company fallì, privando a Hutchison il rilancio e il successo. Sebbene, infatti, Hutch diresse altri film anche sonori fino al 1938 e continuò a recitare, seppur in ruoli sempre minori, non riuscì mai a sfondare e rimase sempre nell’ombra di attori con caratterstiche simili ma di maggiore carisma. Il ruolo di Larry Hutchdale, o quantomeno quel nome, venne ripreso l’anno successivo per Hidden Aces di Howard Mitchell (1927).

Per quanto riguarda le uscite per il mercato home video  Lightning Hutch è stato distribuito dalla Grapevine video, che ha messo in dvd una acquisizione da 35mm. Per chi fosse curioso, matinee classics ha messo online tutta il serial edito dalla Grapevine.

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. giugno 27, 2014 alle 2:27 pm
  2. novembre 20, 2014 alle 9:40 am

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: