Max Linder tra metacinema e colpi di genio

maxlinder2Siamo nell’ultima parte del nostro viaggio nell’epoca d’oro del cinema di Max Linder. Questa è forse la sezione che preferisco, estremamente ricca di cose geniali e divertenti che sicuramente saranno catturare anche voi. Linder, come abbiamo visto più volte, era uno sperimentatore e qui potrete vedere fino a che punto le sue gag possono spingersi per far ridere e stupire lo spettatore. Bisogna dire, per corretteza, che alcuni di questi corti non sono diretti da Linder (in fondo agli articoli potete vedere quali), ma dai testi consultati sembrerebbe che comunque l’artista avesse una certa voce in capitolo.

Se pensate che il viaggio sia finito non preoccupatevi perché nei prossimi episodi ci occuperemo del Linder americano, dell’ultimo Max Linder prima e, in ultimo, dei primi lavori di Linder come attore prima di diventare la maschera “Max”.

Prima di iniziare, come sempre, alcune piccole premesse:

1. Alcune gif hanno scene leggermente tagliate; è stata una scelta sofferta ma quando con Yann Esvan ci siamo messi a impostare il lavoro di taglio abbiamo voluto rispettare un limite di massimo 20 secondi e in alcuni cambi di inquadrature c’erano magari movimenti ripetuti. Riteniamo che questo non modifichi in alcun modo la fruizione delle gag “catturate”.

2. Le comiche di Max Linder sono tantissime e in alcuni casi sono di difficile reperibilità. Rispetto l’impostazione del sito e parlerò solo di quelli che ho potuto vedere personalmente.

3. Negli articoli troverete i film citati con una loro traduzione non ufficiale in italiano. Non sempre è facile districarsi tra titoli e datazione, anche se ho cercato di essere il più preciso possibile. Generalmente indico la data di uscita e non quella in cui è stato girato.

– Vestiti ribelli

Uno dei filoni ricorrenti di Max Linder è dedicato ai vestiti. In Mon Pantalon Est Décousu (it. Il mio pantalone è scucito – 1908) a Max si rompono i pantaloni mentre è a casa della ragazza che ama creando tante gag. In Le Chapeau de Max (it. Il cappello di Max), abbiamo già visto i problemi di Max con il suo cappello anche per colpa di un gatto dispettoso. Ricorrenti sono i problemi con le scarpe per esempio nel già precedentemente citato Max collectionneur de chaussures(it. Max collezionista di scarpe – 1914) dove ruba, perde delle scarpe e poi se ne ritrova sommerso, ma il più geniale è Le petit Roman Linder (it. Il piccolo romanzo di Linder – 1912) dove con un divertentissimo passaggio in stop-motion le scarpe di Max e della ragazza della porta accanto amoreggiano in loro assenza. Saranno sempre loro ad avvicinare gli amanti nel finale.

– I rari inseguimenti

Una delle caratteristiche del cinema di Linder rispetto agli slapstick è la quasi totale assenza di grandi inseguimenti e fughe. Per quanto ho potuto vedere, nella prima produzione francese ci sono solo tre casi e piuttosto atipici. In Max prend un bain (it. Max si fa un bagno – 1910), un dottore prescrive a Max dei bagni freddi per riprendersi da acciacchi vari. Per una serie di motivi è costretto a prenderselo sul pianerottolo e viene poi portato dalla polizia. Inizia un delirante inseguimento con Max a bordo della sua vasca da bagno. In Max au Couvent (it Max al convento – 1914), in una gif già condivisa nel secondo articolo dedicato a Max, per poter organizzare il rapimento della ragazza amata in un convento, Max si ritrova ad essere inseguito dal custode, le suore e tutte le ragazze del convento. In Max et sa belle-mère (it. Max e la suocera – 1911) Max prima getta la moleasta suocera giù da una montagna per poi correre per cercare di salvarla. Abbiamo poi Mariage forcé (it. Matrimonio forzato – 1914) dove scoperto l’inganno del suo finto matrimonio Max viene rincorso dai parenti che vengono poi tenuti lontani da un idrante. Nel tardo Max et le Sac (Max e la borsa – 1917), Max corre di qua e di là con dei campi molto lunghi per cercare di trovare la borsa di una ragazza prima che il targhetto parta. Del finale parleremo più avanti nell’articolo.

– Metacinema

Uno dei momenti più belli del cinema di Linder è quello metacinematografico quando si rompe l’illusione tra spettacolo e film. Quelli di questo tipo più propriamente detti sono Les Débuts de Max au cinéma (it. Il debutto di Max al cinema – 1910) dove Max viene scritturato dalla Pathé ma si ritrova in mezzo a mille guai, e Max et le Mari jaloux (it. Max e il marito geloso – 1914) dove prima un marito tenta di avvelanare Max per la gelosia e poi viene scritturato con la moglie in un suo spettacolo.

Portano invece il teatro nel cinema i due corti: Max Joue Le Drame (it. Max interpreta un dramma – 1910) e Max et Jane veulent faire du théâtre (it. Max e Jane vogliono fare teatro – 1911). La chiusa di quest’ultimo corto è davvero molto bene con una sorta di movimento di camera davvero incredibile.

– Un problemino con l’alcol

Una delle gag ricorrenti di Max riguarda l’ubriacatura molesta. In Max Victime du Quinquina (it. Max vittima del vino chinato – 1911) dove troviamo per la prima volta la mitica scena del protagonista che si mette la giacca mentre si trova vicino ad un lampione o un palo restando bloccato. Questo sketch viene ripreso, ad esempio, da Stan Laurel in Pie-Eyed (1925). In Max a Monaco (1914) Max è talmente ubriaco da combinarne di tutti i colori a bordo della nave su cui è salito.

Ripropongo, ecco il divertentissimo Max Professeur de Tango (1913) dove un Max ubriaco marcio costringe i suoi studenti a mosse tanto assurde quanto divertenti. Terminiamo con Max et l’inauguration de la statue (it. Max e l’inaugurazione della statua – 1913), dove Max si ubriaca durante un ballo in maschera, si sostituisce a una armatura in un museo, viene rapito e spaventa tutti suonando come un pazzo.

– Le simmetrie

Concludiamo con delle splendide simmetrie linderiane. Due sono molto simili e riguardo le telefonate dei già citati Max au Couvent e Max et son chien Dick (1912). Cosa molto simile la troviamo in Un mariage imprévu (it. Un matrimonio imprevisto – 1913) dove padre e figlio si alzano per guardare madre e figlia in quello che si trasformerà in un doppio fidanzamento invertito rispetto alle aspettative degli spettatori.

– I colpi di genio e stramberie

Inserisco qui una serie di Gif di scene del primo periodo francese di difficile inquadramento. Ecco allora il folle ballo di Entente cordiale (It. Intesa amichevole -1912), i pesci di Max a peur de l’eau (it. Max ha paura dell’acqua – 1913) e il suo assurdo tentativo di abituarsi all’acqua.

In Les Surprises de l’amour (it. Le sorprese dell’amore) padre e figli si ritrovano a turno a fare la corte a una ragazza a casa sua per poi doversi nascondere in luoghi assurdi. Max si nasconderà in un pianoforte e verrà poi torturato da un’amica della ragazza che suonerà lo strumento a suo discapito. Altro avvenimento simile in Amoureux de la teinturière (it. innamorato della tintrice – 1912), dove Max, per sfuggire al marito dell’amante, si butta nel contenitore della tintura diventando tutto nero.

In Les Vacances de Max (it. Le vacanze di Max – 1914) Max cerca in tutti i modi di nascondere l’amata dallo zio che lo vuole single.

In Une nuit agitée (it. una notte speciale – 1912) pur di liberarsi di una cimice (?) Max gli spara e, in Le Baromètre de la fidélité (it. Il barometro della fedeltà – 1909), Max e sua moglie si tradiscono e colti in fallo da un magico barometro che diventa nero in caso di infedeltà, si colgono vicendevolmente nell’atto di cambiargli l’acqua per nascondere il misfatto. In Ingenieux Attentat (it. ingegnoso attenato – 1910) ecco Max e il suo compare alle prese con delle mossette che mi mettono davvero di buon umore.

Divertentissime anche le scene di L’anglais tel que Max le parle (it. L’inglese come lo parla Max – 1914) dove prima Max comunica con una ragazza inglese con dei disegni e poi si ritrova a farsi una doccia forzata. Terminiamo la sezione dedicata al primo Max francese con il finale di Max et le sac, dove un Max stordito si ritrova stanco per la corsa già citata e con la ragazza che ha puntato rubata dal capitano del traghetto.

Il progetto Max Linder:


Bibliografia di riferimento:

Documentari:

 – L’Homme au chapeau de soie di Maud Linder (1983)
– The Mystery of the King of Kinema di Elio Quiroga (2014)

Videografia:

1908: Mon Pantalon Est Décousu di André Heuzé con Max Linder.
1909: Les Surprises de l’amour di ? con Max Linder e Jacques Vandenne.
1909: Le Baromètre de la fidélité di Georges Monca con Max Linder e Jane Marnac.
1910: Max prend un bain di Lucien Nonguet con Max Linder.
1910: Les Débuts de Max au cinéma di Louis J. Gasnier e Max Linder con Charles Pathé, Georges Monca e Lucien Nonguet.
1910: Max Joue Le Drame di Lucien Nonguet con Max Linder.
1910: Ingenieux Attentat di Louis J. Gasnier con Max Linder.
1911: Max et sa belle-mère di Max Linder e Lucien Nonguet con Léon Belières, Charles de Rochefort, Gabrielle Lange, Max Linder, Paulette Lorsy, Pâquerette e Jacques Vandenne.
1911: Max et Jane veulent faire du théâtre di Max Linder con Max Linder e Henri Collen.
1911: Max Victime du Quinquina di Max Linder con Max Linder, Georges Coquet, Maurice Delamare e Jacques Vandenne.
1911: Max dans sa famille AKA Max en convalescence di Max Linder con Max Linder.
1912: Amoureux de la teinturière di Max Linder con Max Linder, Jane Renouardt e Gabrielle Lange.
1912: Max et son chien Dick di Max Linder con Max Linder e Jane Renouardt.
1912: Le petit Roman Linder di Max Linder con Max Linder e Lucy d’Orbe.
1912: Entente cordiale di Max Linder con Max Linder, Jane Renouardt, Stacia Napierkowska e Harry Fragson.
1912 – Max a peur de l’eau di Max Linder con Max Linder e Lucy d’Orbel.
1912: Une nuit agitée di Max Linder con Max Linder.
1913: Le Chapeau de Max di Max Linder con Max Linder.
1913: Max Professeur de Tango di Max Linder con Max Linder, Leonora, Henri Collen e Charles de Rochefort.
1913: Un mariage imprévu di Max Linder con Max Linder, Lucy d’Orbel e Georges Gorby.
1913: Max et l’inauguration de la statue di Max Linder con Max Linder.
1914: Les Vacances de Max di Max Linder con Max Linder, Lucy d’Orbel e Georges Gorby.
1914: L’anglais tel que Max le parle di Max Linder con Max Linder e Cécile Guyon.
1914: Max collectionneur de chaussures di Max Linder con Max Linder.
1914: Max au Couvent di Max Linder con Max Linder e Lilian Greuze.
1914: Mariage forcé di Max Linder con Max Linder e Jacques Vandenne.
1914: Max et le Mari jaloux di Max Linder con Max Linder e Henri Collen.
1914: Max a Monaco di Max Linder con Max Linder e Lucy d’Orbel.
1917: Max et le Sac di Max Linder con Max Linder

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...