Dafni e Cloe (Dafnis kai Hloi – Δάφνις και Χλόη) – Orestis Laskos (1931)

Dafni_CloePiccolo disclaimer prima di iniziare: questo è un articolo scritto da un classicista su una trasposizione di un film basato su un romanzo ellenistico. Può contenere pedanteria da specialista. Scherzi a parte cercherò di evidenziare all’interno di questo articolo analogie e differenze rispetto all’opera originaria per vedere quanto queste abbiamo influenzato positivamente o meno l’incedere della narrazione.

Il film che andiamo a vedere oggi è il primo sopravvissuto di Orestis Laskos, allievo del Dimítrios Gaziádis che abbiamo imparato a conoscere negli scorsi mesi. Come spesso capita con i pionieri del cinema internazionale, Laskos non è però solamente un regista, ma Continua a leggere

Astéro (Αστέρω) – Dimítrios Gaziádis (1929)

asteroPiù che del film in particolare, con Astéro ho l’occasione di parlare di una cosa che, da storico, mi interessa davvero tanto ovvero il film come fonte storica indiretta. Quante cose sono andate perdute o distrutte nel corso di cento anni e più? In questo periodo di tempo ci sono state guerre catastrofiche tra cui due conflitti mondiali. Alcune città portuali, o comunque strategiche, sono state completamente rase al suolo nel corso della seconda guerra mondiale in particolare. Penso ad esempio, giusto perché devo tornare sempre alla Bretagna, a Remorques di Jean Grémillon (1941), con Jean Gabin, in cui possiamo vedere una Brest perduta prima che venisse completamente stravolta dai bombardamenti. In Astéro abbiamo una rara e affascinante testimonianza del monastero Teotoco di Mega Spileo, purtroppo colpito da un incendio nel 1934 e poi nuovamente distrutto nel 1943 dai tedeschi in quelle Continua a leggere

Gli Apache di Atene (Oi Apachides ton Athinon – Οι Απάχηδες των Αθηνών) – Dimitrios Gaziades (1930)

apachesateneMi aspettavo moltissimo da Oi Apachides ton Athinon sia perché ha un titolo decisamente evocativo, sia perché me l’ero perso, con mio grande dispiacere, quando venne proiettato durante il Cinema Ritrovato. Un titolo di questo genere mi riportava alla mente i tanti film che ho amato e apprezzato come quelli di Za-la-mort o The Rat, che hanno accompagnato il primo periodo del nostro sito. La mia aspettativa in questo senso è andata delusa, ma nel complesso il film mi è piaciuto molto. Se, infatti, il protagonista indossa la tipica divisa da apache (giacchetta scura e cappello con la visiera), in realtà è un vero gentiluomo ed è incapace di compiere qualsiasi malefatta o darsi alla lotta. C’è in realtà un frangente in cui si ritrova invischiato nel “passatempo ateniese” ovvero, recita sempre la didascalia la “battaglia a Continua a leggere

Le Avventure di Villar (Οι περιπέτειες του Βιλλάρ) – Joseph Hepp (1924)

artgo8

Il genere Slapstick è indissolubilmente collegato all’epoca del cinema muto. Grazie alle commedie di Mack Sennett e ai primi lavori di Charlie Chaplin, per i quali è principalmente noto, esso può sembrare a prima vista un frutto dell’ambiente cinematografico statunitense. Al contrario la slapstick comedy ha una matrice ben più complessa, fatta di più rimbalzi tra il vecchio continente europeo e il fiorente mondo anglosassone.

Anch’essa, come innumerevoli altre storie di Continua a leggere